Reading Time: 2 minutes
Il filo rosso del destino (運命の赤い糸 Unmei no akai ito) è una antica leggenda popolare di origine cinese diffusa ampiamente in Giappone. Secondo la tradizione ogni persona porta, fin dalla nascita, un invisibile filo rosso legato al mignolo della mano sinistra che la lega indissolubilmente alla propria anima gemella. Il filo ha inoltre la caratteristica di essere indistruttibile e, ovviamente, lunghissimo. Secondo la tradizione i due amanti sono destinati, nel corso della vita, ad incontrarsi, anche se dovessero vivere ai due diversi capi del mondo.
Il racconto parla di Wei, orfano che desiderava trovare la donna della sua vita ma, apparentemente, giunto alla matura età, non aveva realizzato questo suo sogno. Dopo un fortuito incontro con il dio dei matrimoni ed essere venuto a conoscenza del filo rosso del destino, Wei, attraverso molte peripezie, cercò di evitare di essere vittima di un destino che voleva che la sua futura moglie fosse, all’epoca, solo una bimba di tre anni e che lui l’avrebbe sposata dopo quattordici anni. Nonostante il tentativo di opporsi al destino, dopo quegli anni incontrò e sposò una fanciulla, scoprendo solo successivamente che era la donna a lui destinata. Ma, fortunatamente, il racconto termina con un amore che sboccia e si rafforza sempre di più.
La leggenda del filo rosso è citata o è alla base di numerosi film, telefilm, anime e manga. Le opere che sono più legate a questo aspetto del folklore giapponese sono la serie televisiva dorama “Akai ito” e il film di animazione Your Name (君の名は。Kimi no na wa), di Makoto Shinkai, film d’animazione giapponese del 2016 prodotto da CoMix Wave Films e distribuito da Toho che vi consigliamo fortemente e di cui proponiamo un’immagine. Per approfondire la leggenda di Wei, il web è colmo di interessanti notizie…buona ricerca, il filo rosso del destino vi guiderà…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!