Reading Time: 6 minutes

Vi ricordate che nell’articolo sull’huadian (https://www.yujowebitalia.it/2023/11/11/focus-on-trucco-cinese-lo-huadian-%E8%8A%B1%E9%88%BF-prima-parte/), vi avevo accennato ad una ri-edizione “moderna” del tradizionale decoro?

Ebbene, il recupero dell’antica arte non si limita al solo trucco, ma si tratta di un vero e proprio movimento artistico della moda, i cui attori principali sono i giovani millenials cinesi, che ha trovato spazio d’espressione nello streetwear e sui social media, in particolare TikTok e il suo equivalente cinese Douyin, e che vede tra i suoi interpreti ed esponenti proprio ChuYan Wang, meglio conosciuta sui social con il suo nome d’arte, @mochihanfu.

In questo articolo vi illustrerò per bene la sua attività, ovvero NüWa. Buona lettura.

Gli Inizi

Residente in Ohio, negli Stati Uniti, ChuYan Wang è una ragazza cinese, figlia di genitori emigrati; da sempre è affascinata dalla cultura cinese, fin da bambina sua madre le ha trasmesso molti insegnamenti sulla Cina; durante il lockdown causato dalla pandemia, come un sacco di persone annoiate dalla momentanea e generalizzata reclusione, gli insegnamenti ricevuti hanno dato i suoi frutti e la giovane ha aderito alla rivoluzione modaiola dei giovani cinesi di vestirsi in abiti storici tradizionali ed esibirsi in queste misi sui social.

Questo trend ha ottenuto, in breve tempo, oltre un miliardo di visualizzazioni e tra i suoi effetti immediatamente visibili prevede l’utilizzo di pezzi chiave in stile tradizionale, nel guardaroba moderno di tutti i giorni.

Cresciuta a Seattle, @mochihanfu ha colto l’opportunità per entrare davvero in contatto con le sue radici e per sua stessa ammissione, ha affrontato “un viaggio in discesa nella tana del coniglio dello stile hanfu, e non ho guardato indietro.”.

Aggiunge che: “Quando mi interesso a qualcosa, voglio sapere tutto su di esso” e spiega che è stata ispirata da adattamenti cinematografici di miti cinesi, inoltre rivela: “molti dei miei amici semi-asiatici e sino-americani non hanno avuto l’opportunità di imparare la cultura o la lingua, così quando si arriva ad una certa età in cui si sta cercando di trovare la propria identità, ci si sente come se mancasse qualcosa.”.

Ed è partendo da quest’esigenza che ha cominciato a fare dei video che non sono solo su TikTok (https://www.tiktok.com/@mochihanfu), ma anche su YouTube (https://m.youtube.com/c/MochiHanfu/videos) ed è su questa piattaforma che ha trovato modo di diventare ed essere un modello d’ispirazione per emigrati cinesi e non solo, mostrando i suoi abiti, parlando di storia e mitologia.

Di più, attraverso il web, qualcosa che sembrava impossibile, ovvero una carriera creativa, è divenuta una realtà, perché ha aperto un negozio online di hanfu, ovvero  NüWa (https://www.nuwahanfu.com/), dando al pubblico la possibilità di acquistare il proprio hanfu storicamente accurato.

 

Ma stranamente all’inizio, la sua attenzione non era rivolta all’hanfu, perché la giovane non ne era a conoscenza, fino al 2021: gli anime come quelli realizzati dallo Studio Ghibli, hanno rappresentato un enorme fattore dietro l’iniziale “innamoramento” della ragazza per i costumi storici proveniente dall’Oriente, in particolare il film Princess Kaguya con i suoi abiti dettagliati e fluenti animati in modo maestoso e magico; ChuYan è rimasta inizialmente affascinata dal kimono, poi, guardando i drama coreani, ha preferito l’hanbok, infine durante la pandemia passò il tempo visionando drama cinesi e si innamorò dell’hanfu; con l’inizio del Covid-19 e le misure di lockdown, la ragazza iniziò a fare video su questa sua passione e cominciò ad accumulare un enorme seguito di followers.

Tuttavia il suo percorso non è stato sempre agevole perché proveniente da una famiglia tradizionale asiatica ci si aspettava che considerasse l’arte come un hobby e non una scelta di carriera, eppure il senso di fiducia in sé stessa e l’accoglienza che ha ricevuto sui suoi video sembravano mostrare una promettente alternativa ai lavori più stabili; in precedenza, e secondo il favore familiare, le si prospettava un futuro da infermiera, piuttosto che rimanere una tiktoker; convincere una madre scettica, con concezioni predefinite di ciò che costituisce un lavoro solido, non fu impresa facile, ma tuttavia ChuYan vi riuscì: assicurando la propria casa con suo marito e il loro “figlio gatto” Mochi, ha costruito il suo impero, aprendo un negozio, così ottenne, finalmente, l’approvazione dei genitori.

L’importanza sociale

Il suo attivismo è visto come una benedizione, in quanto in Occidente molte donne cinesi si sentono spaesate, data la mancanza di rappresentazioni sugli schermi televisivi e film di successo; per comprendere ciò è significativo un commento che Chuyan ha ricevuto: “Probabilmente il commento più significativo che ho ricevuto finora è stata una ragazza asiatica che mi ha scritto per dirmi che si sentiva insicura per i suoi piccoli occhi; ha detto che dopo aver visto il mio video, ha iniziato a sentirsi orgogliosa dei suoi tratti. È stato così commovente e mi ha colpito che i miei video potessero avere un tale impatto sulle persone. Originariamente volevo creare i miei video per educare, perché sentivo che il modo più veloce per imparare qualcosa bene era creare contenuti video e audio, ma poi mi sono resa conto che stavo anche avendo un impatto positivo su come le donne cinesi vedono se stesse.”.

(N.B. Quella descritta è la situazione che si vive negli Stati Uniti, altrove ci si augura che sia diversa).

Precise caratteristiche

Con la creazione del negozio, è stata in grado di portare hanfu alle donne cinesi in America; per di più l’inclusivita’ è diventata una priorità, in quanto cerca hanfu in tutte le diverse forme, stili e dimensioni; quando in un’intervista le fu chiesto il suo punto di vista sull’indossare hanfu non propriamente cinesi (es. cosplay), ammise: “la mia opinione al riguardo è cambiata circa 10/12 volte; all’inizio ho sentito che andava bene per tutti di indossarlo, tuttavia, dopo aver iniziato a vedere come l’hanfu veniva sessualizzato, ho pensato che non poteva andare bene. Però poi, dopo aver visto come alcune acquirenti si prendono tempo e cura per assicurarsi di indossarlo nel modo corretto, mi ha fatto pensare che possa essere apprezzato da un pubblico più ampio; ora, penso che va bene a seconda dell’intenzione di chi lo indossa, la posizione in cui è indossato, e se tutto ciò è fatto con rispetto. Penso che sarebbe inappropriato se la gente indossasse un hanfu come costume di Halloween.”.

L’attività

Tornando a parlare dell’attività, fondarla non è stato facile: ChuYan ha dovuto affrontare problemi nel fare accordi di spedizione in tutto il mondo (N.B. ricordo che la società è americana e per prodotti dall’America esiste un regolamento doganale stretto, imposto soprattutto dalla CE), però nonostante le difficoltà si sente fortunata che molti tra i suoi followers l’hanno aiutata, persino facendole raccomandazioni di fornitori; ha anche messo al lavoro il marito che le ha creato il sito web; inoltre, ha espressamente voluto che il suo negozio si concentrasse su hanfu storicamente accurati e ha fatto sforzi per mostrare il lato tradizionale dei pezzi, rendendolo accessibile ad una più ampia gamma di emigrati cinesi di modo che possano attingere alla propria cultura piuttosto che ripiegarsi su un abito cosplay. Ha così scoperto che “molte persone imparano l’hanfu e sono sorprese di quanta varietà ci sia, soprattutto perché la gente spesso pensa immediatamente al qipao, come abito tradizionale; invece c’è un mondo là fuori da esplorare, e spero di aiutare ad approfondire con me.”.

Il nome

Riguardo al nome, NüWa è il nome della dea madre della mitologia cinese che si dice abbia creato l’umanità; l’ha scelto perché: “È la Regina ed ho davvero risonanza con lei che nonostante sia sposata, tutti i suoi successi sono suoi. Lei è una donna forte, indipendente e una creatrice.”.

Ulteriore dettaglio del suo negozio, appunto la varietà: è riuscita ad indossare così tanti stili nei suoi video, tra cui (ma non limitato) la dinastia Ming (la sua preferita all’inizio) e la dinastia Tang (che ora preferisce data la relativa libertà e potere che le donne avevano in quel periodo); ha anche girato un cameo con il suo gatto Mochi vestito in abito hanfu.

ChuYan migliora continuamente in tutto quello che fa: sia che si tratti di trovare modi divertenti per coinvolgere il suo pubblico o perfezionare le sue abilità di trucco.

Oltre

E c’è di più, per lei, infatti, scoprire la portata immensamente diversa dell’abito hanfu è stata un’importante affermazione della sua identità han; in questo senso percepisce la sua missione duplice: da un lato, è entusiasta di collegare l’emigrazione asiatica e cinese con rappresentazioni visive del loro patrimonio culturale, ma vuole anche diffondere un’immagine più positiva della Cina e la ricca storia delle tendenze della moda nel corso dei secoli.

I cinesi han rappresentano il più grande gruppo etnico e contano oltre un miliardo di persone; sotto la loro influenza, in Cina, hanno visto la luce l’invenzione della carta e della stampa; centrale per la cultura han è l’eleganza del vestito hanfu, risalente a 5000 anni fa.

 

Oltre a replicare nel modo più fedele possibile i modelli, ChuYan ricrea e interpreta versioni viventi di immagini antiche: in post recenti, infatti, ha proposto delle divinità cinesi, corredando con storie tramandate nel tempo e narrando dell’evoluzione dell’abito.

E voi lo acquistereste e indossereste un hanfu? Siete già suoi follower? Siete a conoscenza di simili iniziative nostrane? Fatecelo sapere nei commenti.

Samantha Sisto

Contatti: https://m.youtube.com/c/MochiHanfu/videos

https://www.instagram.com/mochihanfu/

https://www.tiktok.com/@mochihanfu

https://mobile.twitter.com/mochihanfu

Info credits:

https://www.dazeddigital.com/beauty/article/57991/1/mochihanfu-reimagines-historical-make-up-looks-for-modern-times

https://radii.co/article/7-chinese-culture-influencers

https://jingdaily.com/posts/china-hanfu-subculture-guochao

https://www.weareresonate.com/2022/08/interview-nuwa-founder-and-tiktok-influencer-chuyan-of-mochihanfu/

https://www.culturalfashion.art/post/chuyan-wang-appointed-as-cultural-lead-for-han-chinese-projects 

Photo credit:

https://www.weareresonate.com/2022/08/interview-nuwa-founder-and-tiktok-influencer-chuyan-of-mochihanfu/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!