Reading Time: 3 minutes

Luoghi da scoprire: il parco Yoyogi-kōen ed il volo Roma-Tokyo del 1920

Lo Yoyogi-kōen è un parco cittadino situato presso la stazione di Yoyogi-Kōen e il santuario Meiji nel quartiere speciale di Tokyo Shibuya, in Giappone, all’interno dell’omonima area di Yoyogi. Il parco sorge sul luogo dove il 19 dicembre 1910 fu effettuato dal capitano Yoshitoshi Tokugawa, il primo volo aereo a motore in territorio giapponese.
L’area in seguito divenne un terreno per le parate dell’Esercito Imperiale Giapponese. Il 31 maggio 1920 vi atterrò, ultima tappa del suo raid aereo Roma-Tokyo, l’aviatore italiano Arturo Ferrarin con il suo S.V.A.9.
Dal settembre 1945 fu sede della caserma militare “Washington Heights” per i funzionari degli Stati Uniti d’America durante l’occupazione alleata del Giappone. Nel 1967, dopo i giochi della XVIII Olimpiade tenutisi a Tokyo, il parco fu aperto al pubblico.


Nel 2014 Tokyo subì una delle sue peggiori epidemie di dengue (malattia infettiva tropicale causata dal virus Dengue) in 100 anni che causò la chiusura del parco dal 4 settembre al 31 ottobre di quell’anno…

Note inerenti i personaggi citati:

(1) il barone Yoshitoshi Tokugawa; Tokyo, 24 luglio 1884 – Tokyo, 17 aprile 1963, è stato un generale dell’Esercito imperiale giapponese e uno dei pionieri dell’aviazione militare nipponica);
(2) Arturo Ferrarin (Thiene, 13 febbraio 1895 – Guidonia Montecelio, 18 luglio 1941) è stato un aviatore italiano. Nel 1920 acquistò fama mondiale con il raid Roma-Tokyo, compiuto con il tenente Guido Masiero a bordo di velivoli S.V.A.9 del Regio Esercito in legno e tela, privi di cabina chiusa: 18000 km a tappe, in 109 ore di volo. Volarono con loro i motoristi Cappannini e Maretto. Partiti il 14 febbraio dall’aeroporto di Centocelle, durante la spedizione Ferrarin fece tappa in India e in Cina. Giunse a Tokyo il 31 maggio 1920, atterrando nel parco Yoyogi dove, oltre i consueti bagni di folla che contraddistinguevano tutte le sue tappe da quando era giunto in Cina, ebbe l’onore di essere ricevuto dal principe reale Hirohito e dall’imperatrice Teimei.

Tra le immagini il parco Yoyogi, il Barone Yoshitoshi Tokugawa, la mappa del percorso del raid Roma-Tokyo, Arturo Ferrarini e foto di repertorio dell’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!